venerdì, 7 Agosto, 2020

Viterbese, è già mercato: piace il romanista Seck

Alla finestra di gennaio mancano ancora alcune settimane, in mezzo ci sono ancora due gare di campionato e le feste di Natale, ma il mercato invernale è alle porte e la Viterbese si sta già muovendo per portare a mister Calabro i rinforzi che servono per aggiustare la squadra. Rinforzi di alto livello, per provare a puntare a qualcosa di più della salvezza, che al momento resta comunque il principale obiettivo stagionale dei gialloblu.

Il primo passo sarà sfoltire una rosa in cui abbondano inutili doppioni in certi ruoli mentre mancano quasi totalmente elementi in altri. Come sulla corsia sinistra, principale problema della Viterbese: al momento l’unico esterno sinistro naturale è il giovane Urso, ma il ruolo su quella fascia viene ricoperto quasi sempre dal talentino Errico. Va da sé, in ogni caso, che per continuare a giocare con il 3-5-2 di mister Calabro serviranno soprattutto esterni di centrocampo di ruolo.

Roma La Viterbese guarda verso la Capitale per pescare giocatori che possano fare al caso proprio: per la corsia sinistra da qualche giorno circola l’indiscrezione su un interesse gialloblu per il terzino senegalese della Roma Moustapha Seck. Il ragazzo classe 1996 è cresciuto nella Primavera della Lazio di Simone Inzaghi: il club di Claudio Lotito nel 2013 lo aveva prelevato dalle giovanili del Barcellona con Keita e – guarda il caso – con l’attaccante gialloblu Tounkara, a cui è legato anche da una personale amicizia (e dallo stesso procuratore, Nunzio Marchione), ma nel 2016 è stata la Roma dell’allora ds Sabatini ad accaparrarsi il suo cartellino. Seck, rientrato l’estate scorsa a Roma dal prestito all’Almere City (squadra olandese), non trova spazio tra i giallorossi di Fonseca, ha ancora due anni di contratto con il club di Pallotta e alla fine potrebbe anche accettare la corte della Viterbese per rilanciarsi. Sempre che si convinca a scendere di categoria. Per i gialloblu si tratterebbe di un’altra operazione di mercato molto importante, al pari di quella estiva con Tounkara. Le diplomazie sono al lavoro per regalare a Calabro un rinforzo di enorme talento.

Lazio Non solo Roma ma anche Lazio: gli ottimi rapporti tra il presidente della Viterbese Marco Arturo Romano e Claudio Lotito, che in estate propiziarono l’affare Tounkara, potrebbero far approdare a gennaio a Viterbo anche gli esuberi biancocelesti Joseph Minala e Tiago Casasola, centrocampista centrale ed esterno destro finiti nel mirino gialloblu, ma anche in questo caso molto dipenderà dalla volontà dei giocatori di scendere dalla A alla C. Ad oggi, infatti, i due avrebbero rifiutato proposte di trasferimento in club di serie B pur di non lasciare la Lazio, anche se non vengono impiegati da mister Inzaghi. Anche in questo caso, i sondaggi di mercato tra i due sodalizi sono stati già avviati.

Ternana L’indiscrezione clamorosa a Viterbo circola da settimane (più o meno da quando è tornato mister Calabro) e ieri è stata lanciata anche da Alfredo Pedullà: il portiere Antony Iannarilli potrebbe alla Viterbese, probabilmente in prestito dalla Ternana, dove l’ex estremo difensore gialloblu – tra i portieri più forti di tutti i tempi – non sta giocando con regolarità. La Viterbese avrebbe in animo di cedere i portieri over Biggeri e Pini e riprendere Iannarilli: ciò significherebbe non giocare più con un under in porta, ma scegliere un estremo difensore esperto. Gli ostacoli all’operazione sono diversi: il primo è sicuramente lo scetticismo degli ultras gialloblu, che lo scorso anno vissero come un tradimento il mancato rinnovo del contratto con la Viterbese da parte di “Ianna” è il suo passaggio alla Ternana. E poi c’è da valutare il ruolo che nella trattativa potrebbe avere il giovane portiere Vitali, anche lui di proprietà della Ternana: se rientrerà nel tentativo della Viterbese di riportare alla Palazzina Antony Iannarilli, potrebbe rientrare dal prestito.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Mercato Viterbese, come cambia la rosa?

Oggi chiude l’interminabile finestra di gennaio del calciomercato. Fermo restando che ci sembra un’idea folle …