Viterbese, essere Luca Baldassin - Viterbese Calcio News- Cuori Gialloblu
sabato, 20 Aprile, 2019
Ultime notizie

Viterbese, essere Luca Baldassin

Al termine della stagione scorsa, quando Luca Baldassin rientrò al Chievo Verona per fine prestito, i tifosi della Viterbese si resero subito conto di aver perso un pezzo da novanta. Uno dei pilastri di quella squadra, costruita in fretta e furia dopo le vicissitudini estive legate alle incertezze della proprietà sul proseguire o meno l’avventura in terza serie nazionale, che poi aveva saputo regalare grandi soddisfazioni alla città.

Non era cosa da poco perdere un centrocampista di grande qualità e di grande quantità come lui. Un lottatore come pochi. Un trascinatore. Un professionista esemplare. Un punto di riferimento per tutti i suoi compagni.

Era il 24 agosto 2018 quando si diffuse la notizia che Luca Baldassin sarebbe tornato in maglia gialloblù, stavolta a titolo definitivo. Il miglior centrocampista del girone A avrebbe continuato a essere una delle colonne del club, che si preparava ad affrontare il campionato con malcelate ambizioni di primato. Solo opache vicende extra-calcistiche hanno frenato una marcia che avrebbe potuto essere trionfale, anche grazie al suo prezioso apporto.

Accade ora che il destino ci sottragga, temporaneamente, uno dei giocatori sui quali si faceva il massimo affidamento. E che ciò avvenga proprio nel momento del rush finale che vede la Viterbese impegnata su due fronti, campionato e Coppa. Due traguardi rispetto ai quali la presenza di Luca Baldassin sarebbe stata determinante.

Mancherà, eccome, la sua tempra gladiatoria in campo che fa il paio con quella di mister Calabro in panchina. Due caratteri forti e umili, imprescindibili per il futuro a medio-lungo termine del club gialloblù.

Eleonora Celestini ha voluto condividere con gli amici di Cuori Gialloblù il messaggio che Baldassin ha postato sui social >>> LEGGI QUI. C’è tanta amarezza, né avrebbe potuto essere diversamente. Ma dentro c’è anche tutta la forza del Leone che lo contraddistingue. Soprattutto c’è la resilienza in quantità industriale che fa parte del carattere di uomini e professionisti del suo stampo. Perfettamente consapevoli di poter contare sulle proprie qualità interiori per rialzarsi dopo la peggiore delle cadute.

Anche questo significa essere Luca Baldassin. Siamo certi che la sua forzata assenza sarà di ulteriore stimolo per un gruppo granitico e coeso, di cui lui è uno dei pilastri. Tutti sapranno mettere in campo più grinta di quanto non abbiano fatto finora. E vorranno continuare a vincere, anche nel suo nome.

In bocca al lupo, Luca! Ci vediamo a settembre. Sarai ancora più forte e più coriaceo di prima. Insieme faremo grandi cose.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese, quando siete felici fateci caso

Al Rocchi, sotto il diluvio, ennesima partita epica della “banda Calabro”. La Viterbese è nel …