domenica, 27 Settembre, 2020

Viterbese, il bacino di utenza

Quando siamo all’alba del terzo anno consecutivo in terza serie nazionale, per riempire il Rocchi che spesso presenta settori vuoti ( > QUI) è fondamentale pescare spettatori anche dal bacino d’utenza e non solo da Viterbo. Un fine che sicuramente si pongono Piero Camilli e Diego Foresti, come confermano le ultime mosse della società in questa direzione.

Bisognerebbe provare a coinvolgere negli eventi calcistici correlati alla squadra del capoluogo anche i paesi della provincia. Dopo il pienone nella gara di andata dei playoff nazionali giocata con il SudTirol, è forse il caso di cominciare a interrogarsi sulle strategie migliori da seguire per centrare questo obiettivo.

Siamo certi che la società guidata dal presidente Piero Camilli, che è riuscito nella mirabile impresa di raggiungere i playoff di girone nel primo anno e i playoff nazionali nel secondo, saprà valutare con la collaborazione del direttore generale Diego Foresti quali strade imboccare.

Il fatto è che il radicamento nel territorio resta cruciale per assicurare un futuro sostenibile ai club di terza serie nazionale ( > QUI) e per reclutare, a Viterbo e in tutta la provincia, giovani calciatori di spessore da aggregare alla squadra del capoluogo ( > QUI).

Per meglio valutare questo aspetto proponiamo un’indagine effettuata da Calciopress sui bacini di utenza del girone A nel 2016, in occasione del primo anno di C della Viterbese ( > QUI).

Anche se leggermente datata, è comunque utile per capire di quali numeri stiamo parlando e quali possano essere le prospettive a breve-medio termine per l’inversione di un trend negativo legato alle vicissitudini societarie degli ultimi lustri.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese, è stato solo un equivoco…

A margine di Viterbese-Bari apprendiamo che Eleonora Celestini, giornalista di Cuori Gialloblu, non è stata …