martedì, 15 Ottobre, 2019

Viterbese, il futuro si gioca in quattro gare

La Viterbese è reduce da una serie di prove non proprio convincenti (foto di Luca Prosperoni).

Dopo la bella vittoria con la capolista Catanzaro al Rocchi, i gialloblù di mister Lopez hanno pareggiato al Bonolis di Teramo (1-1) al termine di una gara in cui la supremazia dell’avversario è stata chiara. Idem dicasi per il pareggio al Rocchi con la Vibonese (2-2), in un confronto contro una squadra che solo in virtù della malasorte (quattro legni) non si è portata via l’intera posta. Domenica scorsa a Potenza la sconfitta (3-0) è stata senza attenuanti e la truppa di Lopez non è pervenuta.

Si prospettano a questo punto quattro partite che diranno molto sul futuro del club.

Domenica 13 ottobre, per la nona giornata, è atteso al Rocchi il Bisceglie. La decima giornata, in programma domenica 20 ottobre, vedrà la Viterbese ancora in casa con il Rende (cenerentola del campionato). Mercoledì 23 ottobre, per il secondo turno infrasettimanale, si gioca a Rieti. Infine, domenica 27 ottobre, terza partita al Rocchi per la dodicesima giornata con la Sicula Leonzio.

Si tratta di partite abbordabili, sulla carta. Ma si sa, in serie C nulla può essere dato per certo. Il dato sicuro è che servirà una Viterbese molto diversa da quella vista negli ultimi tre confronti per portare a casa punti in chiave salvezza. Che consentano di raggiungere il prima possibile l’obiettivo minimo del mantenimento della categoria.

DI Redazione

Avatar
La Redazione di Cuorigialloblu si occupa della gestione degli articoli pubblicati dai propri Redattori, e presta attenzione a tutto quanto ruota attorno ai colori gialloblu

Leggi anche

Viterbese, solo elogi dall’ex allenatore Pochesci

Qualche capello bianco in più, qualche intemperanza in meno. Oggi è un tecnico con grande …