giovedì, 12 Dicembre, 2019
Ultime notizie

Viterbese in un girone a 21? Un obbrobrio

Tanto per cambiare, il ripescaggio del Cerignola scombina i piani della serie C. Il club pugliese va inserito in organico. Lo impone, nei fatti, la sentenza del Collegio di garanzia del Coni. Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro di Firenze, non potrà che prenderne atto e sarà costretto a rimodulare il girone C.

Si passerà da 20 a 21 società iscritte, con tutte le ripercussioni sulla classifica correlate al turno di riposo. Bisognerà rifare ex novo il calendario, presentato in pompa magna proprio presso la sede del Coni. Una brutta storia, a dirla tutta. L’ennesimo caos ferragostano investe una categoria che proprio non riesce a sottrarsi alla sua infinita precarietà.

Le cose andranno avanti ad libitum, e non ci saranno regole che tengano, fino a quando non si capirà che il format a 60 non è un totem. È necessario saper derogare da questo numero esageratamente alto, incompatibile da lustri con una categoria sprovvista di propria autonomia economica.

A prescindere da Cerignola, che ha semplicemente tutelato i propri interessi, bisognerebbe piantarla una volta per tutte con riammissioni e ripescaggi. Procedure che, a dispetto di norme federali pur stringenti, finiscono ogni estate per portare il calcio di serie C nelle aule dei Tribunali sportivi e non.

Esattamente come è accaduto quest’anno, a dispetto delle entusiastiche dichiarazioni di Ghirelli, solo perché non si vuole ammettere che nel calcio la categoria si conquista e si mantiene sul campo. Un principio di lealtà sportiva che proprio non riesce a trovare spazio alle nostre latitudini.

Quando si capirà? Questa è la domanda che si pongono gli addetti ai lavori. Per non parlare dei club, fra i quali la Viterbese già reduce da un campionato ai limiti dell’umano, che si dovrà sobbarcare un girone meridionale con un numero dispari di squadre. Un vero obbrobrio.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Reggina-Viterbese, il rigore che non c’era

Sarà per la sudditanza psicologica che, non lo si può negare, incute alle giacchette nere …