Viterbese, la Coppa Italia un'illusione ottica? - Viterbese Calcio News- Cuori Gialloblu
domenica, 21 Luglio, 2019
Ultime notizie

Viterbese, la Coppa Italia un’illusione ottica?

Chi ha visto Piero Camilli e la Viterbese alzare al cielo la Coppa Italia nella finale giocata al Rocchi con il Monza, stenta a credere che le cose abbiano preso una piega così brutta. Appena due mesi fa, il club gialloblù toccava il punto più alto della sua lunga e accidentata storia nella terza serie nazionale.

I tifosi e la città di Viterbo pensavano a un punto di partenza. Una trampolino dal quale spiccare il volo, per affrontare il prossimo campionato di serie C con spirito gagliardo e battagliero. E però il vento ha girato, all’improvviso.

La realtà dei fatti non lascia più spazio a voli pindarici. Il tempo scorre inesorabile. Tutto sembra destinato a venire giù come un castello di carte. Si prospetta una stagione come minimo complicata, salvo prova contraria. Eppure quasi nessuno è riuscito a dare un senso logico alla cronologia degli (stucchevoli?) eventi che si sono susseguiti.

La sensazione peggiore è assistere alla mancata capitalizzazione di un sentimento. La gioia immensa di quella serata è durata lo spazio di un mattino. I cuori gialloblù, vecchi e nuovi, si sono trovati da subito a fare i conti con un garbuglio inestricabile. Uno gnommero, come direbbe Gadda. Di quella pazza gioia si è, inesorabilmente, persa ogni traccia.

Ma quella Coppa è stata alzata al cielo per davvero? Oppure si è trattato di un’illusione ottica? Il sogno sognato degli illusi sognatori che sono e resteranno per sempre i tifosi? Eterni Peter Pan, alla ricerca dell’isola che non c’è.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Daje Viterbese … alzala!!

E’ arrivato il giorno. Oggi al Rocchi non c’è la partita. Oggi c’è LA partita. …