martedì, 15 Ottobre, 2019

Viterbese, pesano infortuni e calendario

La sconfitta di Catania non si lascerà dietro solo tanta rabbia, per quel rigore fantasma che ha deciso il risultato, ma rischia di mettere fuori gioco per un bel pezzo alcuni elementi fondamentali dello scacchiere gialloblù (già imbottito di under).

Sussistono infatti pesanti dubbi sul rapido recupero di due giocatori chiave come De Falco e Tounkara. Il centrocampista ex Reggina, afflitto da un problema al piede che ne ha permesso fin qui uno scarso utilizzo, ha una prognosi tutta da definire. In quanto a Tounkara, se fosse confermato il problema muscolare, lo stop sarebbe come minimo di un mese. Una grave perdita per il reparto avanzato della squadra di Lopez (nella foto di Luca Prosperoni) che si regge, pressocchè unicamente, sulla fisicità e sulla classe dell’ex laziale (quattro reti fin qui).

A questo quadro già grigio, va aggiunta la perdurante assenza di Palermo, i cui tempi di recupero restano ancora aleatori e aggravano la possibile perdita di De Falco. Alvarez, Scalera e Zanoli (tutti fermi ai box) sono tre oggetti misteriosi. Le condizioni fisiche del nuovo arrivato Čulina, come ha più volte sottolineato mister Lopez, restano tutte da definire. Infine, Besea e Pacilli sono ancora molto lontani dal pieno recupero della condizione (come dimostra la rispettiva tenuta in campo).

Alle porte ci sono due partite da far tremare i polsi. Quella di domenica al Rocchi con la capolista Catanzaro (che viaggia come un treno e che esprime il miglior gioco del girone) e subito dopo, nell’infrasettimanale di mercoledì 25 settembre, la difficile trasferta a Teramo. Un po’ di respiro potrebbe venire dalla partita interna con la Vibonese. Anche se, a ridosso, c’è in calendario la temibile trasferta di Potenza.

Non certo il massimo, dopo due sconfitte consecutive che hanno riportato la Viterbese nella sua area di competenza. Peraltro del tutto in linea con gli obiettivi dichiarati dal presidente Marco Arturo Romano.

Dietro ci sono ancora molte squadre, questo è vero, alcune delle quali  in piena crisi di gioco e di risultati (Rende e Rieti). Ma bisognerà tenere gli occhi ben fissi sul retrovisore, per non farsi risucchiare.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese, solo elogi dall’ex allenatore Pochesci

Qualche capello bianco in più, qualche intemperanza in meno. Oggi è un tecnico con grande …