Viterbese-Pisa, quando il calcio è bellissimo - Viterbese Calcio News- Cuori Gialloblu
lunedì, 20 Maggio, 2019
Ultime notizie

Viterbese-Pisa, quando il calcio è bellissimo

Quella giocata al Rocchi con il Pisa non è stata una partita come le altre. La prodigiosa rimonta realizzata da un gruppo granitico di giocatori in maglia gialloblù, forgiato nell’acciaio da mister Antonio Calabro, resterà negli annali di quella che amiamo definire la “grande storia del club”. 

Lo abbiamo scritto  non possiamo che ripeterci. Ogni club, piccolo o grande che sia, ha il diritto-dovere di vivere la sua “grande storia”. Un privilegio che non compete solo alle società metropolitane, più o meno blasonate, ma anche alla più piccola società della più profonda provincia italiana.

Stavolta è toccata al tifoso gialloblù la buena suerte di vivere una giornata epocale, di quelle che riportano alle vere radici del calcio. Le emozioni e gli stati d’animo che ne sono scaturiti, confermano che il football resta e resterà uno sport bellissimo nonostante i reiterati tentativi di affossarlo. Come ha scritto Gianni Brera “il calcio si eleva di tre spanne agli occhi di coloro che, sapendolo vedere, lo prediligono tra tutti i giochi della terra”.

Il calcio è uno sport magnifico, popolare e trasversale. Sa suscitare sensazioni represse anche nel più cinico degli umani. Riunisce intere comunità nell’entusiasmo per l’impresa compiuta da undici uomini che, in campo, indossano i colori della squadra del cuore. La ricerca del senso della vita passa anche attraverso la magia del calcio, un mistero senza fine bello come pochi. Intercettare questa magia è uno dei privilegi di chi è tifoso.

Per quanto i tecnocrati lo programmino perfino nei minimi dettagli, per quanto i potenti lo manipolino, il calcio continua a voler essere l’arte dell’imprevisto. Dove meno te l’aspetti salta fuori l’impossibile, il nano impartisce una lezione al gigante, un nero allampanato e sbilenco fa diventare scemo l’atleta scolpito in Grecia” (Splendori e miserie del gioco del calcio, Eduardo Galeano).

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese, a proposito di lealtà sportiva

Piovono critiche sulla Viterbese, per la scelta di schierare le seconde linee nella trasferta di …