martedì, 15 Giugno, 2021

Viterbese, ricomincio da capo

Nel centro del mirino finisce oggi il primo Consiglio Federale targato Gravina. C’è attesa e qualche labile speranza per le decisioni che potranno essere prese ma, oggettivamente, il presidente della Figc ha le mani legate dalla sentenza del Consiglio di Stato.

Il format della B è stato confermato a 19. Il caso Entella non è neanche all’odg. Non riusciamo a capire quali novità per la Viterbese possano emergere dalla riunione odierna. Se ci saranno, saremo i primi a esultare.

Ciò non toglie che la situazione, in casa gialloblù, continua a essere di stallo totale. Una vicenda paradossale che rimanda a “Ricomincio da capo” (Groundhog Day), straniante film del 1993 diretto da Harold Ramis e interpretato da Bill Murray e Andie MacDowell.

Phil Connors,  meteorologo televisivo dal carattere egoista e scorbutico, rimane intrappolato in un circolo temporale. Ogni mattina, alle 6 in punto, viene svegliato dalla radio che trasmette sempre lo stesso brano musicale (I got you babe di Sonny&Cher). Da quel momento in poi gli eventi si svolgono, inesorabili, esattamente allo stesso modo del giorno precedente. Il tempo scorre sempre uguale a se stesso.

Anche la Viterbese di Lopez da metà luglio, vale a dire da 107 lunghissimi giorni, è condannata a ricominciare da capo sempre la stessa giornata. Gli allenamenti si susseguono, senza sosta. Di scendere in campo per giocarsi i tre punti, però, non se ne parla.

E così sono trascorsi nove turni di campionato e uno di Coppa Italia, senza che le cose si siano spostate di un millimetro. La squadra gialloblù rimane alla finestra, in attesa di conoscere un destino che non dipende dalle sue mani. Inevitabile che il morale dei giocatori sia sotto i tacchi. Come non immaginarsi uno spogliatoio moscio e demotivato?

Sul fronte dei tifosi le cose non vanno meglio. Il capitale di entusiasmo accumulato a inizio stagione si è quasi eroso. Restano i soliti noti a soffrire per le sorti del club gialloblù. Gli altri, quelli che avrebbero potuto tornare a riempire il Rocchi, sono da un pezzo in altre faccende affaccendati. La Viterbese è tornata a essere l’Ufo di prima. Sarà duro convincerli a tornare indietro.

Una vicenda dai contorni kafkiani che crea turbamento e suscita uno scetticismo giustificato, vista la brutta piega presa dagli eventi. Davvero sarà stata la scelta giusta, quella di non giocare? Se alla fine vittoria sarà, non potrebbe trasformarsi in una vittoria di Pirro?

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

“Rocchi” al Monterosi, la Viterbese frena: “Niente di definito”

La Viterbese 1908 comunica che, sebbene sia in corso una trattativa con la società Monterosi …