venerdì, 24 Gennaio, 2020
Ultime notizie

Viterbese, Romano e la solidarietà agli ultras

In mezzo ai tifosi, per manifestare la vicinanza della Viterbese ai propri ultras in protesta, pacifica e rispettosa, fuori dallo stadio. Il presidente della Viterbese Marco Arturo Romano, insieme al dg gialloblu Diego Foresti, prima del fischio di inizio di Viterbese-Vibonese, ha raggiunto gli ultras fuori dal cancello del “Rocchi”, per portare la solidarietà della squadra – già espressa singolarmente dai giocatori – e della società.

La vicenda è nota: i tifosi della Curva Nord, per quanto accaduto a Caserta a marzo 2019, con  i conseguenti daspo e obbligo di firma per 7 ultras viterbesi arrivati nelle ultime settimane, non entreranno allo stadio la domenica per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla loro situazione, avviando allo stesso tempo una raccolta fondi per sostenere le spese legali.

Il gesto di Romano è stato molto gradito dagli ultras, che continueranno con la loro pacifica protesta per ogni gara casalinga della Viterbese, senza fare però mancare il proprio sostegno alla squadra in trasferta. Il numero uno gialloblu si è anche impegnato a incontrare una delegazione degli ultras pure in settimana.

“Ringraziamo il presidente per la sua vicinanza – afferma Luca Crispino, in rappresentanza della Curva Nord -, non ci siamo abituati. Ci ha detto che loro sono con noi. Sappiamo che è difficile, sappiamo che ci avrebbero voluto dentro sugli spalti, ma la nostra azione dimostrativa serve per coinvolgere la tifoseria tutta, di ogni settore, affinché ci mostri vicinanza e capisca che la nostra per la Viterbese è una passione e non un hobby domenicale”. Tuttavia, la risposta della tribuna è stata fredda, nonostante l’ampia solidarietà virtuale ricevuta dagli ultras.

“Non siamo angeli ma neanche demoni, non siamo il pubblico seduto, noi entriamo per sostenere e tifare la Viterbese – conclude Crispino -. Chi ci si avvicina e ci conosce ci sostiene. Per noi la Viterbese è passione, non veniamo allo stadio perché il centro commerciale è chiuso, e finché Viterbo non capisce che è la Viterbese la squadra della nostra città, noi restiamo fuori”.

L’astensione della Curva Nord dal tifo non finisce qui.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Ultras, no a esperimenti sociali nelle curve

Riceviamo e pubblichiamo una nota messa a punto da diverse tifoserie di tutta Italia in …