Viterbese, smantellato il gruppo della Coppa? - Viterbese Calcio News- Cuori Gialloblu
giovedì, 20 Giugno, 2019
Ultime notizie

Viterbese, smantellato il gruppo della Coppa?

Dalle parti di Viterbo, la luce in fondo al tunnel ancora non si vede, anzi. Il silenzio mediatico dietro il quale da tempo la proprietà si è trincerata, non è certo di aiuto per sciogliere i nodi.

Nel frattempo, in casa Viterbese, l’incertezza sul versante societario fa passare purtroppo in secondo piano anche l’aspetto sportivo della questione. Se mai si ricomincerà, da chi si ripartirà?

Il gruppo che ha conquistato la Coppa Italia, sarà sicuramente smantellato. Oggi dovrebbe essere dato il rompete le righe (il condizionale è d’obbligo vista l’aria che tira)  a quel che resta della Viterbese. La squadra ha continuato ad allenarsi, a Grotte, sotto la guida dell’enigma Pino Rigoli.

I nove giocatori in prestito sono già volati verso altri lidi. Artioli e Demba Thiam sono rientrati alla Spal. Damiani ha fatto rotta su Empoli e Bismark verso il Chievo Verona. Idem dicasi per Polidori (Pro Vercelli),  Tsonev (Lecce), Sparandeo (Benevento),  Zerbin (Napoli) e Valentini (Triestina).

Tra i superstiti, la perdita più grave potrebbe essere, nelle stanze dei bottoni, quella del direttore generale Diego Foresti (nella foto). Si tratta di una notizia da prendere con beneficio d’inventario. Il fatto è che, secondo i siti web che si occupano a tempo pieno di serie C (TuttoC, TMW), la sua storia sarebbe arrivata ai titoli di coda.

Su di lui si proietterebbe l’interesse di tre o quattro club. Un’asta aperta, per accaparrarsi il dirigente che in due anni ha cambiato faccia alla Viterbese dal punto di vista organizzativo? Sarebbe un vero peccato perdere un guerriero di questa portata che, certamente, vorrebbe completare il progetto iniziato con il patron Piero Camilli. In questo senso, una smentita ufficiale da parte del club sarebbe cosa gradita. O no?

In quanto ai giocatori, si vocifera che Sini sia finito nell’orbita della Ternana e che Baldassin abbia rescisso. Per Vandeputte l’avventura nella Tuscia sembra ormai al capolinea, come pure per molti altri. La cortina di silenzio non lascia spazio alle illazioni. Nulla è dato sapere, neanche in modo ufficioso.

A prescindere dall’interruzione unilaterale delle comunicazioni, sembra proprio che il gruppo che ha portato a Viterbo la Coppa Italia sarà smantellato. L’opera era già iniziata con mister Antonio Calabro, esonerato a sorpresa e di fatto impossibilitato a sollevare al Rocchi il trofeo che si era guadagnato con i meriti personali acquisiti sul campo.

La programmazione sportiva è avvolta dunque nel mistero. L’idea di creare un gruppo di giocatori di riferimento allo scopo di fidelizzare i tifosi, non rientra evidentemente nei piani di questa società. Almeno così sembra dall’esterno.

Non resta che aspettare. Ovviamente se alla Viterbese sarà consentito o meno di ripartire dalla categoria che ha frequentato con successo per tre anni consecutivi. Ma questa è un’altra (drammatica) storia. 

DI Redazione

Avatar
La Redazione di Cuorigialloblu si occupa della gestione degli articoli pubblicati dai propri Redattori, e presta attenzione a tutto quanto ruota attorno ai colori gialloblu

Leggi anche

Viterbese, Luppi il “pirata” è tornato

Dal Lamberti di Cava de’ Tirreni la Viterbese esce con un prezioso pareggio. Un risultato …