martedì, 13 Aprile, 2021

Viterbese, tutti dalla stessa parte

Semo tutti d’un sentimento? È questa la domanda che si pongono i Leoni Gialloblù nella lettera-appello pubblicata dal sito Diretta Sport Viterbo, che ringraziamo dal profondo del cuore per i servizi resi a favore dei tifosi gialloblù >>> leggi QUI.

Un interrogativo più che giustificato, di fronte al reiterarsi delle prestazioni inguardabili offerte dalla squadra. Inammissibili per un gruppo di giocatori costruito per primeggiare ma che, dopo cinque giornate di un campionato iniziato forse troppo tardivamente, si trova ad arrancare in fondo alla classifica.

La Viterbese ha mostrato, al Menti di Castellammare di Stabia, una fragilità tanto disarmante da suscitare quasi tenerezza se non prevalesse la rabbia >>> leggi QUI.  Professionisti della caratura e dell’esperienza di quanti il club gialloblù annovera in rosa non possono sbracarsi nel modo indecoroso che si è palesato con la Juve Stabia.

È compito della società capire cosa non va nello spogliatoio. Ciò è tanto vero che la proprietà sarà presente in tribuna per tastare la situazione nella gara con la Vibonese. Uno snodo decisivo per molti giocatori, finiti nel mirino in vista del mercato di gennaio. Ne fa fede la presenza di Pagni, candidato alla carica di nuovo direttore sportivo, che le notizie danno al seguito della squadra in Calabria.

Spetta invece ai tifosi il compito di sostenere la squadra, sempre e comunque. Un impegno che a Viterbo non è mai venuto meno. Lo conferma la presenza del manipolo di coraggiosi presenti sugli spalti del Menti in un piovoso martedì notte di novembre (nella foto). Se la stagione fosse stata “normale”, anzi “super” come prometteva di essere, il numero dei presenti al Rocchi sarebbe cresciuto in modo esponenziale.

Non è con i se e con i ma che si fa la storia, anche nel calcio. Per risalire la china come è nell’ordine delle cose occorre dunque remare tutti dalla stessa parte, senza se e senza ma. A cominciare dai giocatori.

Resta chiaro il concetto espresso dai Leoni Gialloblù che, se non “semo tutti d’un sentimento”, non si arriva da nessuna parte.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

La Viterbese spreca, il Catania vince: al “Massimino” finisce 1-0

Al “Massimino” decide una punizione magistrale di Dall’Oglio e la Viterbese cede di misura al …