giovedì, 6 Maggio, 2021

Viterbese, “vecchia guardia” presente

La rosa gialloblù conta 27 giocatori (14 over, 4 under e 9 fuori lista). I confermati sono stati solo nove. La prova provata delle rivoluzioni di organico che opera la società ogni estate.

E però la “vecchia guardia” si conferma la spina dorsale di una squadra partita male, ma che sta recuperando rapidamente il terreno perso per vicende extra calcistiche sulle quali sarà bene stendere un velo pietoso.

Deve molto ai “vecchi” la striscia positiva messa insieme dalla truppa gialloblù di Sottili nel mese di dicembre, foriera  di grandi soddisfazioni per tifosi gialloblù ai primordi di un 2019 che inizia all’insegna dell’avanti tutta! >>> LEGGI QUI.

Cerchiamo di capire il perchè analizzando il rendimento dei nove giocatori confermati, in ordine rigorosamente alfabetico. Il segnale preciso che proseguire nel segno della continuità è sempre una scelta più che condivisibile.

Il tenace Atanasov si è fatto largo a spallate in un reparto dove la concorrenza è spietata, collezionando 6 presenze (tutte da titolare) e giocando sempre ad alti livelli.

Il gladiatore Baldassin (premiato lo scorso anno come miglior centrocampista del girone) è sceso in campo 11 volte (10 da titolare) e ha realizzato anche 2 reti: la sua presenza nell’area nevralgica del campo è imprescindibile.

L’irruento “Mario” Bismark (beniamino della tribuna del Rocchi che lo acclama al grido di “Mario” ogni volta che scende in campo) è il re delle sostituzioni: ha giocato solo 2 gare da titolare, ma ha collezionato in totale 9 presenze con 2 reti.

L’infaticabile motorino Cenciarelli (arrivato al terzo anno nella Tuscia, un vero record a queste latitudini) viaggia a quota 9 (da titolare ne ha giocate 7): centrocampista doc, la sua presenza in campo è sempre una garanzia.

Il roccioso De Vito è il più regolare di tutto il gruppo della “vecchia guardia”: con 11 presenze da titolare su 11 partite giocate finora si merita la palma di giocatore insostituibile per mister Sottili.

Il portiere Micheli non ha avuto fin qui l’occasione di mettersi in luce, ma sta svolgendo il suo ruolo di secondo del titolare Forte con professionalità e abnegazione.

Il mastino Rinaldi è sceso in campo 9 volte (7 partendo da titolare) confermando in ogni occasione le sue doti di leader al centro della difesa, capace com’è di imbrigliare tutti gli attaccanti che gli capitano a tiro.

L’elegante capitano Sini (centrale sinistro dal piede fatato che è stato lo stakanovista gialloblù nella stagione passata) vanta 9 presenze tutte da titolare: un giocatore che tutti ci invidiano per la sicurezza che trasmette ogni volta che scende in campo.

Il folletto belga Vandeputte (autore di giocate talora prodigiose nella loro apparente semplicità) ha messo insieme 8 presenze (5 da titolare) e una rete: sulle fasce porta scompiglio e mette in area assist perfetti (la rete di Polidori con la Sicula Leonzio docet).

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Apre i battenti il primo store ufficiale della Viterbese

Taglio del nastro al nuovo point gialloblu. La Viterbese ha inaugurato oggi il suo primo …