lunedì, 6 Luglio, 2020
Foto: Luca Prosperoni

Viterbese, verso Bari fra infortuni e mercato

La trasferta al San Nicola di Bari è ormai alle porte. Per la Viterbese una controprova per nulla agevole della convincente vittoria al Rocchi con la Paganese. Un club di tutt’altra caratura rispetto ai biancorossi degli ex Cornacchini e Neglia, annoverati fra le corazzate del girone C.  La marcia di avvicinamento della truppa di mister Giovanni Lopez è costellata da diversi problemi. Tengono banco il mercato, gli infortuni e l’utilizzo degli under. Situazioni che pesano sulla composizione del possibile 3-5-2 con il quale la Viterbese dovrebbe scendere in campo a Bari, salvo un cambio di modulo dell’ultima ora.

CALCIOMERCATO. Il destino di Atanasov, Pacilli e Vandeputte è tutto da decifrare. Si tratta di giocatori di grande rilievo nello scacchiere gialloblù, ma la loro permanenza ala corte del presidente Marco Arturo Romano è ancora assai dubbia. Mentre per Pacilli la cessione sembra cosa fatta (alla Sambenedettese?), si aprono spiragli per il difensore bulgaro (autore della rete da cardiopalmo segnata all’ultimo tuffo che ha consegnato alla Viterbese la Coppa Italia, nella foto). Il forte centrale potrebbe essere della partita (in una linea a tre con Markic e Baschirotto). Il suo impiego non esclude ovviamente una sua successiva cessione (alla Reggina?), ma tutto è ancora molto vago. Infine, il folletto belga Jari Vandeputte sfoglia la margherita. Ieri non si è allenato per un problema fisico. La sua presenza a Bari, dopo il positivo esordio con la Paganese con la fascia da capitano, non è data per sicura. Per lui sarebbe pronto un rinnovo biennale del contratto. Ma le sirene di mercato lo attraggono e non poco.

INFORTUNI. Oltre all’assenza di Pacilli e quella di Vandeputte, con il belga che si spera recuperabile, c’è da segnalare nell’allenamento di ieri che sono rimasti ai box Palermo (infortunato di lungo corso) e De Falco (fascite al piede). L’assenza di quest’ultimo rappresenta un grosso problema per Lopez. Il tecnico gialloblù sembra orientato su Antezza come playmaker al posto di De Falco, supportato in mediana dai giovani Errico e Bezziccheri . Gli esterni potrebbero essere De Giorgi  a destra e Messina (che però è un destro) a sinistra. Al posto di Messina potrebbe essere utilizzato l’ultimo arrivato Alvarez, che è un mancino. Si tratta di capire se offre le giuste garanzie. Non è certo il massimo della vita. 

UNDER. La volontà di Romano è quella di schierare contemporaneamente tre under per tutta la partita, per ottenere i contributi della Lega Pro di Grancesco Ghirelli. Fermi restando gli impieghi di Errico e Bezziccheri chi sarà il terzo, in assenza di un giovane in grado di occupare la fascia sinistra? Si fa largo l’ipotesi del possibile impiego in porta del giovane Vitali (arrivato in prestito dalla Ternana) al posto del titolare Biggeri. Anche questa è una decisione non facile per Lopez, considerato la potenza delle bocche di fuoco di cui dispone Cornacchini.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese tra passato e futuro: nasce il primo club ufficiale gialloblu

Il nome della storia, lo stemma della storia. La Viterbese ritorna alle origini – recuperando …