sabato, 31 Luglio, 2021

“A Pagani trasferta complicata, servono consapevolezza e più attenzione”

Domani allo stadio “Marcello Torre” i gialloblu saranno in campo per la giornata numero 28 del girone C. Alle ore 15 la Viterbese  sarà ospite della Paganese,  formazione che ha raccolto 23 punti in ventisei partite. Di seguito le parole di mister Roberto Taurino nel corso della conferenza stampa della vigilia.

Mister, neanche il tempo di godere della vittoria contro il Palermo. Si torna subito in campo per una partita importantissima.

“Per i ragazzi è un piacere perché giocare è sempre la cosa più bella. Ci aspetta una trasferta molto complicata, lo dice la storia recente di questa squadra che viene da una serie di risultati utili. In questo momento hanno ritrovato voglia di lottare e, giustamente, credono nella salvezza. Penso che per loro questa partita sia quasi fondamentale quindi dobbiamo prepararci al meglio. Arriveranno anche un po’ arrabbiati per la sconfitta a Teramo, ci sono tutti gli ingredienti per una partita complicatissima ma penso che i ragazzi ne siano consapevoli. Mi aspetto una grande prova di maturità dalla squadra”.

Siamo in una situazione simile a quella di Bisceglie?

“Se facessimo una prestazione simile a quella non mi dispiacerebbe, ma con un minimo di accortezza in più. Quella partita ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca perché ci ha impedito di continuare in un bel filotto di risultati consecutivi. Ma sono d’accordo, sarà una partita simile perché domani troveremo una squadra che, a livello tattico, si comporterà in quel modo. Anche il terreno di gioco, da come mi dicono, non sarà proprio dei migliori. Bisognerà adattarsi subito a queste condizioni e ad una squadra che con il cambio di allenatore ha trovato un rendimento diverso. Bisognerà fare una grande partita sotto l’aspetto dell’intensità mentale, con grande umiltà. Necessario dimenticare la partita contro il Palermo anche perché sarà una partita giocata in modo totalmente diverso. Sarà un’altra prova di maturità della squadra che dovrà adattarsi al tipo di partita”.

Domani si aspetta una Paganese offensiva o un po’ più decisa a prendersi un punto?

“Sinceramente non lo so. Credo che all’interno della partita ci saranno tanti momenti. Di fatto loro sono una squadra molto compatta e può succedere che si abbassino un po’. Per indole sono molto aggressivi. Noi dovremo essere bravi a costruire dal basso ma anche nei momenti in cui bisognerà stare compatti. Il segreto del prendere pochi gol è dovuto ad un grande lavoro di squadra. Questa caratteristica ci deve appartenere anche per sfruttare le nostre caratteristiche offensive”.

DI Redazione

La Redazione di Cuorigialloblu si occupa della gestione degli articoli pubblicati dai propri Redattori, e presta attenzione a tutto quanto ruota attorno ai colori gialloblu

Leggi anche

Serie C, la Figc rinvia al dopo TAR la composizione del format

In quanto a ripescaggi e riammissioni il Consiglio federale che si è tenuto ieri non …