sabato, 28 Marzo, 2020

Mercato gialloblu, tre nomi per la difesa

Viaggia su tre binari il mercato gialloblu finalizzato a portare alla Viterbese il difensore centrale richiesto da mister Antonio Calabro per sostituire Giga Atanasov nella retroguardia. 

La prima pista è Alessandro Minelli, centrale under 1999 di proprietà del Parma in forza al Trapani, da cui però sarebbe in uscita. Il giocatore, alto 1 metro e 94 centimetri, lo scorso anno ha giocato con continuità e buon rendimento al Rende, mentre ora in Sicilia trova poco spazio. Su di lui c’è anche l’Avellino, ma molto dipenderà da se il difensore deciderà di scendere di categoria. Un difensore under, ma con una certa esperienza, potrebbe offrire una soluzione tattica in più a mister Calabro.

In seconda battuta, è tornata in auge la trattativa – che dura da tempo ma era finita in stand by – con il Monza per il centrale difensivo Stefano Negro: classe 1995, il difensore biellese alto 1 metro e 93 centimetri vanta una presenza in B con la Pro Vercelli (dove ha militato anche in C, oltre che nel campionato Primavera) e negli ultimi tre anni si è particolarmente distinto nel club brianzolo, dove ora però trova poco spazio e da cui è in uscita. Sarebbe lui l’obiettivo prediletto di Calabro, dopo che è sfumata la pista Ivan De Santis.

Terzo giocatore attenzionato dalla Viterbese per la difesa è il bosniaco Matej Rodin, che arriverebbe in prestito dal Perugia con cui è sotto contratto fino al 2023. Gli umbri lo hanno acquisito titolo definitivo dallo FK Zeljeznicar l’estate scorsa, e con la squadra di Sarajevo il centrale classe 1996 (alto 1,93 m) ha giocato con regolarità e nel 2018 ha anche esordito nelle competizioni europee nel match valido per l’andata del secondo turno di Europa League fra la squadra bosniaca e l’Apollon Limassol. A Perugia non ha trovato spazio, negli ultimi sei mesi non ha mai giocato, ed è dato in uscita anche dopo il cambio di allenatore e l’arrivo sulla panchina perugina di Serse Cosmi.

Qui squadra In attesa delle novità del mercato, che è probabile si concretizzino nelle ultime giornate del mese, la squadra continua ad allenarsi al Pilastro. Stamattina si è fermato Di nuovo anche Michele Volpe, che ha lamentato un fastidio muscolare (l’ennesimo che si verifica da quando la squadra si allena sul sintetico) e le cui condizioni sono da valutare. Se ne saprà di più nella rifinitura di domani, sperando che l’attaccante non vada ad aggiungersi alla lunga lista degli assenti tra le fila della Viterbese. Domenica al “Rocchi” arriva il Catania, al cui seguito non dovrebbero esserci molti tifosi, in protesta e bloccati dall’introduzione per questa trasferta della tessera del tifoso.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Mercato Viterbese, Čulina passa al Padova

E alla fine ad andarsene fu Antonini Culina. Il giocatore croato negli ultimi minuti di …