sabato, 17 Aprile, 2021

Viterbese al cardiopalma, ci pensano Mbende e Simonelli: a Potenza vince 2-3 in rimonta

Potenza (3-4-3): Marcone; Di Somma, Boldor, Zampa; Viteritti (78’ Nigro), Ricci, Coppola (65’ Volpe), Coccia; Compagnon (52’ Iuliano), Cianci, Di Livio. A disposizione: Brescia, Sandri, Romei, Lauro, Iacullo, Fontana, Spedalieri, Lorusso. Allenatore: Eziolino Capuano

Viterbese (4-3-3): Daga; Bianchi (46’ Calì, 89’ Falbo)! Mbende, Markic, Baschirotto; Salandria, Bensaja, Bezziccheri (66’ Besea); Urso, Tounkara (9’ Rossi), Simonelli. A disposizione: Borsellini, Maraolo, De Santis, Menghi E., Falbo, Sibilia, Galardi, Menghi M., Ferrani. Allenatore: Roberto Taurino

Arbitro Daniele Virgilio di Trapani. Assistenti: Alex Cavallina di Parma, Pietro Pascoli di Bologna. Quarto uomo: Giampiero Miele di Nola.

Marcatori: Cianci (14’, 39’), Mbende (50’, 56’), Simonelli (94’)

Ammoniti: Daga, Urso, Zampa, Baschirotto, Coppola, Salandria, Bezziccheri, Di Livio, Ricci, Simonelli.

Note: recupero pt 3’c st 5’


Tre punti d’oro per la Viterbese, che in quel di Potenza regala un tempo ai rossoblu ma riesce a ribaltare il risultato nella ripresa grazie a due gol di Mbende e a un gioiello di Simonelli allo scadere. Tre punti pesantissimi in chiave salvezza, i primi conquistati da mister Taurino alla guida dei gialloblu.

Parte bene la Viterbese, che si rende subito pericolosa al 3’ quando la squadra riesce ad arrivare in area avversaria con tre passaggi: Simonelli, servito da Tounkara, di testa manda clamorosamente fuori e regala il primo brivido alla gara. Davanti Simonelli e Tounkara sembrano prendersi bene, ma l’infortunio muscolare che al 9’ costringe l’ex laziale ad uscire dal campo scompagina subito i piani: fuori Mama, dentro Alessandro Rossi.

Al 14’ Cianci porta in vantaggio il Potenza: la Viterbese è schiacciata – il solito vizio di lasciare gli avversari arrivare sempre dentro la propria area con estrema facilità -, Compagnon libera Cianci, la difesa se lo perde e lo lascia in gioco. Sul suo tiro Daga non può arrivare e la palla si insacca alle sue spalle.

Al 21’ Bianchi in avanti dalla destra mette un pallone in area, ma Rossi e Bezziccheri non si intendono e Marcone controlla senza affanni. Taurino passa al 3-4-3, con Bianchi esterno a destra e Urso a sinistra, spostando Bezziccheri più offensivo nel tridente. Al 24’ Simonelli non aggancia di testa un buon cross di Salandria.

Un minimo di lieve reazione si vede, con la Viterbese che cerca in pareggio spingendosi in avanti, anche se in maniera poco incisiva. Ma il Potenza non molla e cerca il raddoppio: quando si spinge in avanti con Vitteritti e Cianci soprattutto i gialloblu vanno in difficoltà e in un paio di occasioni è costretto ad intervenire Daga.

Sì gioca poco palla a terra, la Viterbese non sfrutta la velocità di Simonelli e prova, senza esito, coi lanci lunghi, sempre intercettati. La Viterbese continua a farsi schiacciare nella propria metà campo, il centrocampo sta tutto dietro basso e i gialloblu subiscono la continua pressione del Potenza.

Al 38’ Boldor di testa manda di poco sopra la traversa, con la devozione di Daga. Al 39’, dagli sviluppi del corner, gol fantasma del Potenza: la palla spiove in area, Cianci ci crede e colpisce di testa sul secondo palo. È evidente come la palla non superi la linea di porta, ma il guardalinee assegna lo stesso e l’arbitro convalida.

Il primo tempo si chiude con una Viterbese in balia degli eventi, in difficoltà a superare la propria metà campo, coi rossoblu che fanno buona guardia e lasciano poco spazio alla già di per sè timida manovra ospite.

Nel secondo tempo tutto cambia, e sembra che dopo l’intervallo quelli con la maglia gialloblu siano stati sostituiti da dei sosia più grintosi. Ci prova, la Viterbese, rigenerata dopo una prima frazione di gioco da dimenticare. Al 49’ Salandria conclude in porta ma la palla finisce in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo al 50’ Mbende accorcia le distanze svettando di testa sopra tutti. Sei minuti dopo il roccioso difensore colored tedesco porta di nuovo la gara in parità: al 56’ sugli sviluppi di un corner Mbende salta di nuovo più in alto di tutti e confeziona un gol quasi identico a quello realizzato poco prima. La Viterbese scesa in campo nella ripresa sembra una squadra diversa, più reattiva e con più volontà di farcela. Al 59’ Simonelli dalla sinistra mette una palla sul secondo palo ma a Baschirotto non riesce a colpire in porta. Al 67’ Simonelli ha l’occasione per portare i suoi in vantaggio, ma il colpo al volo di sinistro non è facile e gli riesce male.

Dopo 20’ minuti di buon calcio in cui sembra aver rimesso la gara sul giusto binario, la Viterbese smette di pressare e si abbassa di nuovo. Troppo. Il ritmo si fa lento, la Viterbese resta troppo piantata nella sua metà campo e il Potenza riprende coraggio. Al 74’ i rossoblu per poco non trovano il terzo gol con un tiro rasoterra da 25 metri che Daga mette in angolo. Al 79’ Bensaja sfiora il gol colpendo in porta, ma è sfortunato e la palla scivola di poco fuori.

Nelle fasi finali della gara Iuliano mette molto in difficoltà la Viterbese: fa girare il Potenza e tutti i movimenti pericolosi dei rossoblu passano dai suoi piedi. In campo negli ultimi minuti la situazione si surriscalda mentre Cianci e Iuliano discutono su chi deve tirare una punizione da posizione interessante. Va Cianci di sinistro ma non trova lo specchio. Nella Viterbese a sorpresa Taurino pesca la mossa della domenica che determinerà il risultato finale: toglie Calì, entrato pochi minuti prima, e mette Falbo.

La mossa giusta, perché proprio sulla ribattuta di un tiro di Falbo al 94’ Simonelli siglerà il 3-2 finale per la Viterbese, con uno splendido tiro dall’interno dell’area avversaria. Per i gialloblu arriva dunque la seconda, importantissima, vittoria in campionato. 

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Terremoto Viterbese: via Taurino, torna Maurizi

La società U.S. Viterbese 1908  comunica l’esonero di mister Roberto Taurino. Il club gialloblu intende …