lunedì, 28 Settembre, 2020

Viterbese, Ferdinando Ciambella in pole come nuovo dg

Ferdinando Ciambella in procinto di tornare alla Viterbese?

Lo storico dirigente gialloblu sembrerebbe destinato a rientrare a breve nello staff dirigenziale di via della Palazzina, dopo quasi dieci anni di lontananza, con il ruolo di direttore generale.

Ciambella, imprenditore di successo, titolare dell’azienda agricola Monte Jugo – eccelenza italiana, leader nel settore dell’allevamento caprino, della produzione e della trasformazione lattiero-casearia e vincitrice di moltissimi premi nazionali e internazionali coi suoi prodotti di alta qualità -, ha in passato ricoperto per anni il ruolo di team manager della Viterbese, accompagnando la squadra tra successi, salvataggi al cardiopalma, retrocessioni e fallimenti. Era impossibile in quegli anni non ricorrere all’equazione Viterbese = Ciambella: Ferdinando fu tra i pochi, va ricordato, a non abbandonare la nave affondata nel disastro dell’estate 2004. L’estate di cui purtroppo il popolo gialloblu ricorda bene l‘epilogo. E le responsabilità.

Dopo la retrocessione tra i dilettanti del 2008 e le prime, scialbe e deludenti, stagioni della Viterbese in serie D sotto la guida di Giuseppe Fiaschetti, il rapporto tra lo storico dirigente e il sodalizio della Palazzina si è interrotto bruscamente, senza che qualcuno ne abbia mai spiegato i reali motivi. Dell’eventualità di un ritorno di Ciambella a via della Palazzina si era parlato in verità anche nel 2013, quando il club gialloblu ripartì dall’Eccellenza sotto guida la famiglia Camilli. Ma alla fine non se ne fece più nulla, nonostante Ferdinando fu avvistato più volte al ritiro della squadra di allora a Valentano e in diversi sopralluoghi al “Rocchi” con l’ex sindaco di Viterbo, Leonardo Michelini, per ispezionare le condizioni, disastrose, del rettangolo verde dell’impianto cittadino.

L’ex team manager insieme a Luciano Camilli nel ritiro di Valentano nel 2013

Già, il campo. Un vero e proprio pallino di Ciambella, che se ne occupava quotidianamente in maniera ossessiva e maniacale. Tanto da far considerare in ogni dove quello del “Rocchi” come il miglior prato verde della serie C. Altri tempi, bei ricordi.

Ciambella durante un sopralluogo al Rocchi con l’allora sindaco Leonardo Michelini


Ora si palesa la possibilità di un suo nuovo ingresso nella dirigenza della Viterbese, con un ruolo più importante di quello ricoperti in passato. Un dirigente di riferimento del territorio e col territorio, con molta esperienza. Il presidente gialloblu Marco Arturo Romano dovrebbe incontrare Ferdinando Ciambella in settimana, dopo i contatti che ci sarebbero stati negli ultimi giorni.

Il condizionale in questi casi è sempre d’obbligo, ma la notizia della rinnovata presenza di Ciambella in società potrebbe certamente incontrare il favore dei tifosi, che non hanno mai dimenticato l’ex team manager. Così come Ciambella – il Ciambe, come lo chiamava affettuosamente lo scomparso collega Andrea Arena – non ha mai dimenticato la “sua” Viterbese.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Arrivano i gialloblu: le insegne della Viterbese sul bus che trasporta la squadra

Quando arriva la Viterbese si vede. Nuova iniziativa della società gialloblu, che ha fatto installare …