lunedì, 1 Marzo, 2021

Viterbese, Foresti a Chianciano ma…

C’era anche il direttore generale Diego Foresti (nella foto, a sinistra, con il presidente Romano) ieri a Chianciano con la Viterbese, rientrato in tolda di comando dopo qualche giorno di meritata vacanza. Ma i nodi, più di uno, sulla sua permanenza alla Viterbese restano, e questa incertezza mette in affanno i tifosi gialloblu, che individuano nel dirigente bergamasco un elemento insostituibile per ripartire col piede giusto dopo l’era Camilli.

La conferma di un direttore generale che, col suo metodo di lavoro innovativo e mai visto prima a queste latitudini, negli ultimi due anni ha saputo organizzare al meglio le strategie della società dando vita ad un maggiore radicamento della Viterbese nel contesto cittadino e provinciale, sarebbe – o meglio dovrebbe essere – il primo colpo di mercato gialloblu.

Mercato che sul fronte squadra tarda invece a decollare. Sugli arrivi tutto tace, complice anche il fatto che il perfezionamento del passaggio societario sta andando per le lunghe complicando il deposito dei contratti. Ma in ritiro a Chianciano la rosa agli ordini di mister Calabro, che oggi nel tardo pomeriggio farà la prima uscita ufficiale in amichevole contro la Poliziana a Montepulciano alle 18, langue, tanto da costringere il tecnico salentino a lavorare solo sul reparto difensivo perché negli altri raggruppamenti non ha ancora sufficienti elementi. E a pochi giorni dall’esordio in Coppa Italia con la corazzata Piacenza (in stadio da definire) qualche bocca inizia a storcersi.

Questo stallo di un mercato che non parte sta cominciando a destare preoccupazione nella tifoseria, angosciata nella giornata di ieri soprattutto da indiscrezioni sul passaggio imminente dei beniamini Atanasov e Mignanelli, punti fermi della squadra di Calabro, a una Reggiana che ora però con la riammissione in serie C di Bisceglie e Cerignola, rischia anche il posto ottenuto col ripescaggio (insieme alla Paganese).

Indiscrezioni, certo, ma da fonti attendibili, tuttavia smentite dal ds della Viterbese Marco Lancetti, che come aveva già fatto il presidente Romano in conferenza stampa qualche giorno fa, si è affrettato a ribadire che “non verrà ceduto nessuno dei giocatori già sotto contratto col club gialloblu”. Anche perché qualora poi qualche cessione avvenisse, il primo a non prenderla bene sarebbe il tecnico gialloblu, che ha ricevuto dalla nuova proprietà rassicurazioni sull’allestimento di una rosa all’altezza della categoria. Lo seguirebbero i tifosi, a cui è stata chiesta fiducia. Una fiducia che la nuova dirigenza della Viterbese ora dovrà conquistarsi.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Taurino: “Contro il Palermo dobbiamo andare oltre i nostri limiti”

Domani allo stadio “Enrico Rocchi” i gialloblù saranno in campo per la giornata numero 27 …