venerdì, 17 Gennaio, 2020

Viterbese-V. Francavilla 2-1, è tornato il sereno

Occorreva vincere. Non c’erano alternative, dopo cinque sconfitte di fila. Anche se è accaduto per il rotto della cuffia, tanto basta. Gli episodi che hanno consentito alla Viterbese di portare a casa questi tre punti, fondamentali in prospettiva, lasceranno il segno in positivo (nella foto: Atanasov autore della rete decisiva a una manciata di secondi dalla fine). 

La buena suerte stavolta ci ha assistito, a dispetto delle solite discutibili decisioni arbitrali (che tra l’altro priveranno la squadra  a Pagani di alcune pedine fondamentali, per il rosso beccato in campo). Antonio Calabro saprà come capitalizzare al meglio questo successo. Per lui era decisivo invertire il trend negativo.

La squadra non ha certo brillato. L’allenatore sarà il primo a riconoscerlo, in virtù dell’onestà intellettuale che da sempre lo contraddistingue. Ci sono molti meccanismi da migliorare. E però il gruppo ha tenuto. Non era così scontato che avvenisse, dopo una crisi tanto lunga quanto dolorosa.

Nel finale di una prestazione nel suo complesso opaca, abbiamo rivisto in campo un manipolo di giocatori che ci ha messo il cuore. Il blocco mentale sembra superato. Non è stata la partita della svolta, a nostro parere. Ma della serenità, uno stato d’animo che si porta sempre dietro i risultati, questo si.

La Viterbese termina il girone di andata a 24 punti, in linea con l’obiettivo di inizio stagione. In quello di ritorno, come vedremo meglio calendario alla mano, ci sarà da divertirsi grazie alle partite che attendono la Viterbese al Rocchi.

Senza lasciarsi andare a voli pindarici, ma con l’obiettivo realistico di costruire un futuro solido e lungimirante. Conforme alle aspettative dei tifosi. Che consenta di riconnettersi con un territorio che ha bisogno di ricostruire quel senso di appartenenza appannato da troppi lustri di delusioni.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese, Franco Zavaglia nuovo ds gialloblu?

Ufficialmente non esiste con un ruolo ben preciso, ma è onnipresente in ogni faccenda che …