mercoledì, 23 Settembre, 2020

Siracusa-Viterbese, la spuntano gli aretusei

Non è nostra consuetudine parlare di arbitri. E nemmeno porre alibi a una sconfitta. Bisogna però dire che la terna arbitrale odierna, comandata dal signor Bitonti di Bologna e coadiuvato (per modo di dire) dai signori Salvatori e Della Croce, è apparsa alquanto inadeguata per un campionato di Serie C. Anche in una stagione come questa, ridicola per scelte e prese di posizione da parte di chi la dirige. Un arbitro intimorito, indeciso, a tratti quasi assente dalle fasi di gioco.

Detto questo, che ripetiamo non vuole essere una alibi, possiamo dire che la trasferta di Siracusa ha avuto due facce diverse. Nella prima parte i gialloblu hanno cercato di mantenere le redini del gioco, senza rischiare più di tanto la fase offensiva dei siciliani. Infatti, se si esclude un tiro di Tiscione ben parato da Valentini, la squadra di casa non aveva impensierito quella di mister Calabro.

La partita cambia sul gol dei padroni di casa. Una distrazione totale, caratterizzata dall’assenza di una marcatura preventiva e da un intervento poco risolutivo di Valentini che tocca il tiro di Tiscione ma non riesce a evitare la rete. Da quel momento i gialloblu si sono innervositi e, a farne le spese, è il gioco della Viterbese che diventa confusionario e poco preciso. Arriva anche la tegola dell’infortunio di Luppi, di cui bisognerà valutare l’entità nella giornata di domani.

Nella ripresa la Viterbese prende in mano la gara e l’occasione per il pareggio la sciupa malamente Polidori. A circa quattro metri dalla porta avversaria, cicca malamente la palla. Successivamente solo palle lunghe “in the box”, che non portano niente di buono per i gialloblu.

Possiamo dirlo. Stavolta per Calabro qualcosa non ha funzionato. Né nella formazione iniziale né nelle sostituzioni messe a punto. Il tutto contro una delle squadre, e non me ne vogliano gli amici siracusani, tra le meno forti del campionato. Nella gara odierna hanno comunque messo in difficoltà la Viterbese, che ha mostrato di essere sulle gambe.

Probabilmente un maggior turnover avrebbe potuto giovare a una squadra che si trova a fare i conti, oltre che con una serie di impegni ravvicinati, anche con trasferte da capogiro. E anche di questo bisogna ringraziare il duo delle meraviglie, formato da Gravina e Ghirelli. Ma questa è un’altra storia.

Tabellino: Siracusa-Viterbese 1-0

SIRACUSA (4-2-3-1): Crispino; Daffara, Di Sabatino, Bertolo, Bruno; Ott Vale (75′ Del Col), Gio. Fricano (81′ Russini); M. Palermo, Tiscione, Souarè (66′ Parisi); Catania. A disp.: Genovese, Boncaldo, Gia. Fricano, Lombardo, Mustacciolo, Cognigni, Rizzo, Talamo, Vazquez. All. Ezio Raciti.

VITERBESE (3-5-2): Valentini; Rinaldi, Atanasov, Sini (74′ Molinaro); S. Palermo, Baldassin, Damiani (62′ Vandeputte),  Cenciarelli (46′ Zerbin), Mignanelli; Bismark (46′ Pacilli), Luppi (42′ Polidori). A disp.: Thiam, Coda, Milillo, De Giorgi, Tsonev, Coppola, Sparandeo. All. Antonio Calabro.

Arbitro: Bitonti di Bologna (Salvatori-Della Croce).
Marcatore: 34′ Tiscione
Ammoniti: Sini, Mgnanelli, S. Palermo (VT) Gio. Fricano, Ott Vale (SR)

DI Stefano Cordeschi

Avatar
Giornalista Pubblicista, vicedirettore di Calciopress.net, ha iniziato la sua avventura editoriale su web ideando e progettando siti internet, in modo particolare incentrati sulla Viterbese Calcio.

Leggi anche

Mercato Viterbese, ora anche il Bari vuole Falbo

Anche il Bari sembra aver messo nel mirino Luca Falbo, esterno sinistro della Primavera della …