domenica, 5 Luglio, 2020
Vincenzo Santoruvo Frosinone - Cesena 01/05/2010 stadio comunale Matusa di Frosinone

Viterbese, l’ex Santoruvo ci crede

Si avvicina per la Viterbese il debutto in campionato, con nove giornate di ritardo sulla tabella di marcia. Domani sera al Rocchi i gialloblù affronteranno il Rieti, in una sfida dal sapore antico. I sabini sono una specie di multinazionale e la rosa comprende molti giovani di belle speranze >>> LEGGI QUI.

Vincenzo Santoruvo è un ex che rievoca dolci sensazioni nei vecchi tifosi gialloblù che hanno potuto ammirarne la grinta e la devozione verso la maglia (ricordate il famoso striscione Ci pensa Santoruvo?).

Come riporta tuttoC, il bomber esprime la sua idea dalle colonne de Il Messaggero“È il girone di Serie C dove si respira maggiormente l’aria del grande calcio. Giocare in piazze come Catania, Catanzaro, Caserta e Trapani ti fa capire cosa significa il pallone. Al tempo stesso però bisogna analizzare a fondo la situazione. Da questa attesa e dai pasticci che hanno fatto i vertici del calcio italiano, ne escono con le ossa rotte soprattutto i tifosi che avranno problemi a seguire la squadra viste le tante gare infrasettimanali che la Viterbese dovrà affrontare”.

E conclude: “Sarà dura, ma la Viterbese deve puntare in alto. Il presidente Camilli in questo mercato ha alzato l’asticella: se prendi gente come Saraniti, Polidori, Palermo e Bovo non puoi nasconderti: è giusto puntare al bersaglio grosso. All’inizio la fatica non si sentirà perché ci sarà l’entusiasmo di scendere in campo. Alla lunga qualche problemi potrebbe venire fuori anche se la Viterbese ha una rosa lunga e completa“.

DI Redazione

Avatar
La Redazione di Cuorigialloblu si occupa della gestione degli articoli pubblicati dai propri Redattori, e presta attenzione a tutto quanto ruota attorno ai colori gialloblu

Leggi anche

Viterbese tra passato e futuro: nasce il primo club ufficiale gialloblu

Il nome della storia, lo stemma della storia. La Viterbese ritorna alle origini – recuperando …